QUESTI PARTIGIANI FURONO INUMANI MA SOPRATTUTTO DEI VIGLIACCHI E DEI LADRI –

Eccidio dei conti Manzoni

(da Wikipedia)

Fu l’omicidio, compiuto da alcuni partigiani comunisti nella notte tra il 7 e l’8 luglio 1945, di quattro appartenenti alla famiglia Manzoni Ansidei e della loro domestica. Dopo l’omicidio i cadaveri furono occultati e la villa di famiglia saccheggiata.La notte tra il 7 e l’8 luglio un gruppo di ex partigiani comunisti si recò a bordo di due automezzi in località Frascata, nel comune di Lugo. L’obiettivo era la villa dei conti Manzoni Ansidei. Circondato l’edificio, il gruppo sequestrò le cinque persone presenti: la contessa Beatrice Manzoni, i tre figli (Giacomo, Luigi e Reginaldo), la domestica della casa, Francesca Anconelli, ed il cane di famiglia Di questi solo Giacomo e Luigi avevano aderito alla Repubblica Sociale Italiana prendendo la tessera del Partito Fascista Repubblicano e Giacomo era stato vicesegretario del PFR di Lavezzola senza che però nei confronti d’entrambi potesse essere mosso alcun addebito.Inoltre Luigi era appena rientrato da Salò dove era stato per breve periodo addetto al ministero degli Esteri con un salvacondotto del CLN che attestava che non aveva “esplicato attività politica” La contessa in particolare era stata criticata per la partecipazione al funerale del segretario del PFR di Lavezzola ucciso dai partigiani Si ritiene che anche il rifiuto ottenuto dalla Confederazione Generale Italiana del Lavoro nell’immediato dopoguerra di ridiscutere le ripartizioni dei prodotti della terra con i mezzadri abbia attirato l’odio degli ex partigiani. In una lettera del giugno 1945 scritta dalla contessa al figlio Luigi è riportato: La campagna va male, le popolazioni sono turbolente. Reginaldo è sospeso dall’Università di Bologna e sta subendo un giudizio. I contadini hanno preteso di imporre patti per noi assai gravosi: Giacomo non ha accettato

I cinque prigionieri, più il cane, un Setter, furono condotti nei pressi dell’azienda agricola “La pianta”, nel comune di Alfonsine, dove uno dopo l’altro furono uccisi. Per ultima fu uccisa a BASTONATE la contessa Manzoni che morendo gridò ai propri aguzzini:”IO VI PERDONO”. Poi i partigiani occultarono i cadaveri seppellendoli. Quindi la villa dei Manzoni fu saccheggiata. Dagli stessi partigiani, nei tre anni successivi, fu fatta circolare la voce che i membri della famiglia fossero riparati in America.(SONO STATI INUMANI,LADRI,VIGLIACCHI EBUGGIARDI)

I cadaveri dei Conti Manzoni rinvenuti il 5 agosto 1948
  • Beatrice Manzoni, di 64 anni, era presidentessa internazionale della Società delle Dame della Carità «San Vincenzo de Paoli», uccisa a bastonate.
  • Giacomo Maria Manzoni (19041945), agrario e presidente-amministratore della fondazione Ad Studia Manzoni, di 41 anni, ucciso con un colpo di pistola alla nuca.
  • Luigi Manzoni (19061945), diplomatico, era stato impiegato all’ambasciata italiana a Berlino poi fu Capo Gabinetto di Ferdinando Mezzasoma a Salò, al Ministero della Cultura Popolare , di 38 anni, ucciso con colpi di pistola al mento e al torace.
  • Reginaldo Manzoni (19071945), ordinario della cattedra di chimica presso l’Università di Bologna, di 36 anni, ferito, fu sepolto ancora vivo.
  • Francesca Anconelli, domestica al servizio della famiglia, di 51 anni, uccisa a bastonate

Nel 1948 i carabinieri iniziarono ad indagare sui fatti e nelle case di alcuni ex partigiani scoprirono effetti personali della famiglia Manzoni tra cui anche mobilio. Uno di questi confessò il delitto ed indicò il luogo in cui gli scomparsi erano stati seppelliti che furono riesumati il 4 agosto 1948. Insieme ai cinque scomparsi fu rinvenuto anche il cane, ucciso perché non facilitasse il ritrovamento dei cadaveri. Fu indagato l’ex partigiano comunista Silvio Pasi, responsabile dei Gruppi di Azione Patriottica della zona 3 (Lavezzola) e conosciuto come “comandante Elic”, membro effettivo del PCI e dirigente della Camera del Lavoro di Faenza, e dodici altri ex partigiani comunisti.In sede processuale gli imputati si dichiararono innocenti e per giustificare il proprio operato lanciarono false accuse ai conti Manzoni smontate dai giudici di Macerata che accusarono gli ex partigiani di tenere un contegno abominevole, coprendo di veleno e di fango i vivi e i morti. Nel 1953 furono tutti e tredici condannati all’ergastolo. La condanna per effetto dell’amnistia Togliatti fu ridotta a 19 anni dei quali solo 5 furono realmente scontati. Nel corso del processo sette ex partigiani comunisti che erano fuggiti in Cecoslovacchia si dichiararono responsabili degli omicidi in luogo degli accusati ed inviarono alla Corte le proprie carte d’identità In istruttoria le confessioni dei sette furono considerate false ed essi furono poi assolti per insufficienza di prove dalla Corte di Assise di Appello di Ancona “.

 

CHI SIAMO NOI:SITO+BLOG:LAVOCEDEISENZAVOCE.IT.-

Chi siamo:

S.O.S. Rome Prevention and Security

(La Voce dei senza voce)

Volontari per i diritti e la tutela del Cittadino

Sovvenzionata esclusivamente dai Soci.

Motto

“Si può uccidere il gallo che annuncia l’alba.

Non si può uccidere l’alba.

Si può uccidere l’uomo, non si può uccidere il suo pensiero.”

Dal 2005 diamo voce a chi più delle volte resta inascoltato. Siamo una difesa democratica e civile per il cittadino. Siamo per il rispetto delle leggi, dei diritti e doveri di tutti i Cittadini. La nostra attività di volontariato è quella prestata in modo personale, spontaneo e gratuito, senza fini di lucro anche indiretto ed esclusivamente per fini di solidarietà. Non desideriamo nessun contributo sia pubblico che privato, in special modo dal Singolo Cittadino, per essere un reale volontariato al servizio di tutti. Siamo per un confronto aperto e democratico fuori dagli schemi di qualsiasi forza economica e politica che ci possa intralciare per il bene di tutti i cittadini, siano essi Italiani o Stranieri, di qualsiasi credo religioso, politico e colore della pelle, rispettosi delle leggi dello Stato Italiano – Non siamo iscritti alla Regione Lazio, perché crediamo che un volontariato deve sopravvivere con i propri mezzi e non con le sovvenzioni dei contribuenti – disponiamo di legale per un servizio di consulenza (gratuito ) Svolgiamo attività didattiche con brevi, ma interessanti incontri ai Cittadini, la maggior parte della Terza età: Sulle problematiche sempre più crescenti della microcriminalità cosmopolita agguerrita contro le fasce più deboli e sole: Sensibilizzandoli e prevenendoli con tecniche comportamentali di difesa passiva, contro: Rapine, Borseggi, Scippi, Raggiri; dentro e fuori le loro case.

1 – L’associazione è formata da volontari, sensibili e attenti cittadini, disposti alla tutela e salvaguardia dei diritti di altri cittadini che svolge prevenzione ed è di supporto democratico e civile con le Forze dell’Ordine, senza togliere nulla del loro gravoso compito Istituzionale ed operativo.

2 – Attività di volontariato a favore della Cittadinanza, attraverso l’opera dei Soci i quali esprimono le proprie esperienze professionali in tutti quei settori nei quali questa potrà risultare maggiormente incisiva. (siamo circa 600 tra soci volontari  operativi e moltissimi simpatizzanti semi-operativi, tutti con esperienze militari nei corpi speciali dei paracadutisti).

– Manteniamo e miglioriamo i vincoli d’amicizia con le altre Associazioni, scambiandoci tecniche ed esperienze. Disponibili nelle emergenze e calamità territoriali, presso i Sindaci, Forze dell’Ordine, Protezione Civile, Croce Rossa, Caritas. L’associazione ricerca anche momenti di confronto, con Enti pubblici e provati, Amministrazioni territoriali. Con le varie Culture, Religioni e diverse Etnie, di qualsiasi nazionalità, colore della pelle e credo politico. Con il mondo Cattolico, con il quale facciamo parte integrante, andiamo ricercando insieme fratellanza e rispetto di tutti i Popoli. Costruendo progetti condivisi che si collocano in un ampio programma d’attività sociali, culturali e del tempo libero.

4 – Conferiamo Attestati di Benemerenza Civica a cittadini impegnati nel sociale.

5 – Svolgiamo attività didattiche con brevi, ma interessanti incontri ai Cittadini, la maggior parte della terza età: sulle problematiche sempre più crescenti della microcriminalità cosmopolita agguerrita contro le fasce più deboli e sole: Sensibilizzandoli e prevenendoli con tecniche comportamentali di difesa passiva, contro: Rapine, Borseggi, Scippi, Raggiri; dentro e fuori le loro case. Conferiamo un Attestato di Partecipazione.

6 – A titolo esplicativo ma non esaustivo, la nostra attività di volontariato potrà essere d’intesa con le Amministrazioni: Locali, Territoriali, Nazionali, pubbliche o private.

Prevenzione: Fuori dagli Asili nido, Scuole dell’Infanzia, Scuole Elementari. ( Combattendo la pedofilia )

> Prev/ne: Fuori gli Istituti Superiori Scolastici e Università. ( Contrastando lo spaccio di sostanze stupefacenti )

> Prev/ne: Rapine, scippi, borseggi e raggiri agli anziani ( fuori Uffici Postali, Istituti di Credito, Mercati; etc. )

> Prev/ne: Del decoro urbano in tutte le sue forme. (nei Parchi, Giardini, Monumenti, Palazzi e Ville storiche )

> Prev/ne: Con una maggiore sensibilità alla difesa per i maltrattamenti agli animali randagi. ( Cani e Gatti )

7 – Siamo presenti:

> Aiuto e conforto costante per chi vive in strada senza fissa dimora.

> Tuteliamo e proteggiamo i minori che elemosinano in strada; avvisando tempestivamente gli organi territoriali preposti alla loro tutela.

> Difendiamo il Turista in transito a Roma da scippi e borseggi nelle aree storiche-archeologiche; chiamando prontamente le Forze dell’Ordine.

8 – Disponiamo di Studio Legale ( Pen.- Civ.) a cui tutti i cittadini possono esporre i loro problemi (primo parere gratuito  previo appuntamento telefonico).

Dal 2007, 13 associazioni sono consociate nella nostra Organizzazione Romana:

Accademia Italo-Americana – Legion Garibaldien – Studi Strategici G/chi di Guerra – Studi Prevenzione Anti-Scippo/ Rapina – Simpatizzanti Paracadutisti/Parapendio – Studiosi Cavalieri Crociati del SS. Sepolcro – Studiosi Cavalieri Templari d’Acri – Amici del Mare – Amici del Volo – Amici degli Animali – Communauté Européenne des Journalistes – Union Européenne de la Presse – Cooperazione non governativa . Aiuti alle popolazioni nelle zone di guerra 

Il Presidente Sergio Gioia

Codice Fiscale 97362350585 – Natura Giuridica 12 – Codice Categoria 91331 – Roma 4

NOI DELL’ASSOCIAZIONE “LA VOCE DEI SENZA VOCE” .DIAMO VOCE A CHI PIU’ DELLE VOLTE RESTA INASCOLTATO.SIAMO LA DIFESA DEMOCRATICA E CIVILE PER LE FASCE PIU’ DEBOLI DEI CITTADINI DAL 2005.-

Diceva MONTANELLI : – I fatti vanno raccontati tutti: è disonesto chi ne censura qualcuno.Ma anche chi ne aggiunge di diffamanti,se non provati. Inchiodare i politici alle loro responsabilità ,è cosa da lodare. Gettare ombre su chicchessia ,un po meno.Una volta nelle Redazioni si “insegnava a distinguere i fati dalle opinioni”. Oggi basterebbe tenere “lontane le ideologie dalle idee”. Chiederli obbiettività o terzietà ,che sono requisiti da giudici e non da cronisti ,è un errore. Il giornalista deve raccontare i fatti onestamente – cioè senza svendere le proprie opinioni – spiegarli al lettore dal proprio punto di vista. Senza illazioni ,né imboscate. Sarebbe così semplice:basta provare…….

Noi siamo la pecora nera che ruggisce e veste tricolore.

Noi siamo la voce fuori dal coro della vera anima italiana.

IL NOSTRO BLOG “LAVOCEDEISENZAVOCE.ALTERVISSA.ORG” (LA LIBERTA’ DI PENSIERO ANCHE PER I BLOG FINO ALLE SCRITTE DI PROTESTA SCRITTE SUI MURI

Il problema della libertà di pensiero e di espressione, affrontato nei tempi e nelle condizioni più diverse, come dai redattori della Dichiarazione di Indipendenza americana e della Costituzione italiana, ha sempre dato la stessa risposta: si tratta di un diritto essenziale e inalienabile. “L’informazione è un diritto fondamentale dell’uomo ed è  la pietra di paragone di tutte le libertà” dichiara la Risoluzione n. 59 del 14 dicembre 1946 dell’Assemblea Generale delle Nazioni Unite.L’art. 2 della nostra Costituzione sancisce che: “La Repubblica riconosce e garantisce i diritti inviolabili dell’uomo, sia come singolo sia nelle formazioni sociali ove si svolge la sua personalità”.  Tra questi diritti vi è la “LIBERTA’ DI PENSIERO”,D’ESPRESSIONE  E D’INFORMAZIONE” richiamate come uno dei pilastri della democrazia dagli art. 9 e 10 della Convenzione Europea dei Diritti dell’Uomo e dagli art. 18 e 19 della Dichiarazione Universale dei Diritti Umani, recepiti dal nostro sistema normativo grazie anche alla norma di inglobamento dell’art. 10 che recita: “L’ordinamento giuridico italiano si conforma alle norme del diritto internazionale generalmente riconosciute”. Soprattutto la libertà di espressione del pensiero è garantita dall’art. 21 della nostra Costituzione là dove afferma che: “Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola, lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione. La stampa non può essere soggetta ad autorizzazioni o censure”. La libertà di espressione e l’eguaglianza di tutti i cittadini di fronte alla legge in riferimento a questa libertà,  è compromessa dall’immunità parlamentare, istituto il cui fine è di permettere ai parlamentari di agire e dire in piena libertà e indipendenza nella loro funzione politica al riparo da pressioni esterne.  Specificamente l’articolo 68 della Costituzione, modificato dalla legge costituzionale 29 ottobre 1993 n. 3, disciplina nella prima parte l’insindacabilità dei membri del Parlamento per le opinioni espresse e i voti dati nell’esercizio delle loro funzioni (primo comma).Questo Blog “lavocedeisenzavoce.altervista.org) non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità ed è collegato anche col nostro “Sito+Blog:lavocedeisenzavoce.it” .Siamo anche su “Facebook nel link  Sergio Gioia”(che vi invitiamo entrambi   di leggere). Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001. Le informazioni contenute in questo blog, pur fornite in buona fede e ritenute accurate, potrebbero contenere inesattezze o essere viziate da errori tipografici. Gli autori del Blog si riservano pertanto il diritto di modificare, aggiornare o cancellare i contenuti del blog senza preavviso. Alcuni testi o immagini inserite in questo blog sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore, vogliate comunicarlo via e-mail “[email protected]”. Saranno immediatamente rimossi. L’autore  del Blog non è responsabili dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.Il  Blog molte volte non segue la cronaca politica  o l’attualità giornaliera.E’ fatto per la maggior parte di “OPINIONI”.Trattiamo “le notizie  in opinioni per darle un angolatura in più a chi ci segue e legge”. Il “fatto” ci interessa per entrarci dentro e metterlo all’attenzione dei cittadini con uno scritto  che possano capirlo tutti , come se lo scrivesse un Popolano arrabbiato e deluso dal governo e dai vari politici che pensano più al loro gozzo e tasche che ai cittadini ,se non per il reddito” che le danno per farsi campare   nell’agiatezza .Siamo senza peli sulla   lingua,non abbiamo mai avuto   “padroni”  economici e politici: “odiamo tutti gli amici degli amici di Picone e i lecca culo dei potenti.. Come arma brandiamo  una penna e come forza la propria voce , pecchiamo un po anche di “sano   Populismo”. In  questo momento particolare delle problematiche sociali ed economiche del nostro martoriato e angosciato  Paese. Scrive così un Cittadino  vessato e tartassato da ignobili figure politiche  che si dicono giovani ma vecchi e marci dentro il proprio intelletto ed anima.. che stanno svendendo la nostra amata ITALIA  agli stranieri, banchieri,arrivisti e azzecca garbugli di ogni genere  e risma asociale e arrogante,sorda ai richiami degli italiani.Ci hanno fatto riempire l’Italia  da balordi ,ubriachi,drogati,ladri,corrotti, banditi e assassini che, trattano donne,droga e armi nella stessa maniera. Gli siamo andati a “raccattare”  con le nostre navi della Marina Militare fin sotto le loro coste e portati nella nostra terra “spesati di tutto” e sono centinaia di migliaia ,ne sbarchiamo un paio di mille  al giorno da diversi anni. Sono tutti sopra le nostre povere  spalle. Sono quelli  dei primi sbarchi dell’Est , ora di mezza Africa.Per non parlare  di una grande tenaglia intorno alle nostre città di Rom e Sinti che portano la distruzione dell’economia dei comuni e un grande disaggio per tutti noi,per borseggi,traffici,furti di rame , macchine , dentro i negozi e nelle nostre case e ci uccidono i nostri giovani con le auto quando sono ubriachi e drogati. Ci hanno invaso  con la cantilena del pianto e delle bugie e noi gonzi abbiamo risposto con una grande solidarietà mal ripagata,chiamandoci razzisti se non gli accontentiamo di tutto.Tutti noi, meno i politici e i lecca culo con le  varie caste siamo sull’orlo del non ritorno con una povertà nera peggio di chi giornalmente sbarca in clandestinità,ma spesati e protetti di tutto.. Ecco perché è nata “La Voce dei senza voce” nel  2005.Una Voce   per difendere quelli  che il PALAZZO non li sente e non li vuole sentire ,per farsi soltanto i propri interessi di squadra e di saccoccia.

Il Presidente Sergio Gioia

IUS SOLI:QUELLO CHE NON FA DORMIRE LE SINISTRE.MA FA INCAZZARE GLI PER TUTTE LE ALTRE LEGGI URGENTI, COME LA LEGITTIMA DIFESA E’ RIMASTA IMPOLVERATA E “GIACE” ,FORSE DENTRO A UN CASSETTO FORSE DELLA BOLDRINI IN PARLAMENTO.

Per dare  la cittadinanza italiana ad un immigrato.Ci deve essere un percorso di studio e di approfondimento da parte dell’Immigrato.Non una regalo della Sinistra ,per accaparrarsi i loro voti di preferenza .

Affossando i veri italiani  di tasse che, permettono  ai politici di fare bella vita e ai nuovi italiani  a bivaccare indisturbati  a gratis nel  loro eterno soggiorno italiano.-

LA SFIDA DI DOMENICA 19 AD OSTIA .TRA FRATELLI D’ITALIA CONTRO IL M5S & SINISTRE CON I CATTOCOMUNISTI(VOTATE CON IL VOSTRO CERVELLO E IL VOSTRO CUORE, PERCHE’ SE SBAGLIATE AMMINISTRATORI CHI PAGHERA’ SARETE SOLTANTO VOI.GUARDATE COSA SUCCEDE AL COMUNE DI ROMA CON LA RAGGI ,AL COMUNE DI TORINO CON L’APPENDINO E CON GLI ALTRI COMUNI AMMINISTRATI DA QUESTO MOVIMENTO DI IMPROVVISATI AMMINISTRATORI E POLITICI DEL NULLA.E GIUSTIZIALISTI SOLTANTO PER GLI ALTRI PARTITI E MAI PER LORO).

LE DUE FINALISTE DEL BALLOTTAGGIO A PRESIDENTE DEL X MUNICIPIO DI OSTIA (VOTATE COL VOSTRO CERVELLO ,NON NE FATE TUTT’ERBA UN FASCIO.PER NON CADERE DALLA PADELLA DELLA SINISTRA ,ALLA BRACE GRILLINA..

Giuliana Di Pillo (M5S)
Nata il 5 Aprile 1962, da sempre residente ad Ostia, coniugata.
Cresciuta sui campi da pallacanestro del Municipio, ha svolto attività agonistica come cestista
per molti anni e nello stesso tempo si è interessata all’attività motoria dei bambini, diventando
istruttrice nazionale minibasket .
Ha conseguito il diploma di Educazione Fisica presso L’Isef di Roma , successivamente la
Specializzazione Polivalente per il Sostegno e la laurea in Scienze dell’Educazione.
Ha approfondito i suoi studi partecipando a diversi corsi di formazione e perfezionamento su
temi riguardanti l’educazione speciale e la didattica differenziata.
Dal 1993 lavora come insegnante di sostegno nella scuola media, dal 2000 a tutt’oggi presso
l’Istituto Fanelli Marini di Ostia Antica.
Ha fatto parte del consiglio direttivo del Comitato Cittadino Parco della Vittoria- Silvio Messina
e del Co. C.I.D. (Coordinamento Cittadino per l’Integrazione del Disabile).
E’ stata uno dei fondatori dell’Associazione Ostia che Cammina, di cui ha ricoperto la carica di
Presidente sino al 2012.
Nel 2007, a seguito dell’ interesse nei confronti dei temi portati avanti da Beppe Grillo nel suo
blog si è iscritta al meet-up locale e ha partecipato all’organizzazione del primo V-Day.
Nel 2008 si è candidata alle elezioni Amministrative Municipali con la Lista Civica Amici di
Beppe Grillo.
Ha continuato la sua attività con il Movimento 5 Stelle, nato nel 2009 dall’evoluzione
spontanea dei vari gruppi degli Amici di Beppe Grillo locali fino ad essere candidata al Senato
alle elezioni nazionali di Febbraio 2013 per il collegio Lazio.

 

Monica Picca (Fratelli d’Italia)

Monica Picca è la candidata del centrodestra del X Municipio. L’accordo è stato raggiunto dopo una riunione fiume tra i vertici romani di Forza Italia e quelli di Fratelli d’Italia. Dopo giorni di estenuanti trattative e di tira e molla con le resistenze degli azzurri che volevano Mariacristina Masi in corsa per la presidenza del X Municipio alle elezioni del prossimo 5 novembre, alla fine l’ha spuntata la rappresentante del partito di Giorgia Meloni. Monica Picca, insegnante in una scuola superiore di Fiumicino, sarà a capo di una coalizione che oltre a Forza Italia sarà costituita da “Noi con Salvini” e da una lista civica. Ecco come si presenta sul sito di Fratelli d’Italia. Monica Picca, nata a Roma il 4 maggio 1971, il mio impegno politico comincia con il pdl sempre con Giorgia Meloni, nel ruolo istituzionale di Presidente commissione cultura, servizi sociali, personale e pari opportunità al X municipio. Laureata in lettere, insegnante di lettere dal 1996. La politica e la mia professione sono essenzialmente una grande missione. Portare avanti un progetto politico in cui si crede è fondamentale per poter poi incidere sia a livello territoriale, come è accaduto dal 2008, che a livello comunale nel cercare di risolvere le problematiche come ad esempio il decoro urbano. Dopodiché con la delega alla scuola con Fratelli d’Italia ho lottato per incidere a livello comunale cercando di fare luce sul degrado degli uffici scolastici, sul problema del precariato e degli asili.

 

A OSTIA E’ INCOMINCIATA LA CACCIA DELLE PSEUDO STREGHE NERE . DA PARTE DEGLI ORCHI “ROSSI” E DEI LORO AMICI PENTASTELLATI.

 

QUESTO “SI” !!! QUESTO “NO”?? 

Chi  lo dice? Chi può sindacare  una cosa del genere? Dei due  e di questi altri ? -…..

Chi può lanciare la prima pietra.I Comunisti che hanno  rovinato  amministrativamente e politicamente Ostia .O il M.5 S.che sta rovinando Roma con la sua Sindaca inconcludente  che ha trasformato questa ex bella città, in una Torre di Babele dentro la Corte dei Miracoli ,piena di mondezza  e di ambulanti illegali.Volete rovinare anche  Ostia ??!!

Spero tanto che i cittadini di Ostia votino con la loro testa e non messa  sotto  la sabbia(come lo struzzo) dai Comunisti di Bersani e dai Grillini di Grillo & Di Maio. «NON SVENDETE  IL LITORALE ROMANO AI “GRILLOCOMUNISTI”,I NUOVI  VANDALI & LANZICHENECCHI DELLA POLITICA ITALIANA. “Cercano di fare  le Liste Civetta” a discapito dei cittadini come grande strategia del giovin Signore chiamato Casaleggio Perché sono incominciate le  frenetiche  giravolte  a 5 Stelle:Simboli acchiappa voti  e deroghe  per ricandidare i big per poi farli alleare a loro. Cosi Falce & Martello e 5 Stelle  tramano tra loro per delle manovre segrete  tra Grillo & Bersani per le  Votazioni amministrative di Ostia e per le altre votazioni  politiche che verranno in seguito,se Mattarella  farà votare a Primavera del 2018 (se non vuole che il Popolo Sovrano e incazzatissimo di soprusi  :bussi forte alla Bastiglia per buttarne giù il portone…).Per sostenere i grillini ,questa Sinistra  di cani sciolti,che non le frega nulla del Popolo. Stanno diventando   come,o persino  peggio  di tutti gli altri (speriamo che il Popolo  non  essendo gonzo e scellerato come loro,capisca  cosa stanno  tramando insieme a certi  giornalisti con il gozzo e le tasche piene, contro di loro).Somigliano  sempre più  a muratori che hanno iniziato  a costruirsi  la casa partendo dal tetto.Loro non si nutrono di idee  ma di voti,non sollecitano dibattiti  ma editti  calati dall’alto. Questo M5S è una “maionese impazzita”,già si vede su un cuscino di raso rosso la chiave del portone di Palazzo Chigi  per “O’ Viceré” Luigino Di Maio .

Queste sono tutte le prove delle loro infinite CONTRADDIZIONI,  IMMATURITA’  e INADEGUATEZZA SOCIO – POLITICO – CULTURALE.INADATTI A FAR POLITICA. SENZA NESSUNA BASE ED ESPEFRIENZA DI NESSUN GENERE LAVORATIVO E DI AGGREGAZIONE SOCIALE.COME I POCHI COMUNI CON  SINDACI  E GUIDA GRILLINA.

 

 

“O’ VICERE”,ALLA SCOPERTA DELL’AMERICA REPUBBLICANA…CHE HANNO DOMANDATO:DI MAIO CHI ??

Sul  New York Times la stroncatura  del candidato del M5S .Ma lui “O’ VICERE?” si vanta.(Ma de che te vanti,ma de che cjai da vantatte :Scugnizzo  con poca istruzione  e scarsa cultura  ne laureato, ne arte , ne parte lavorativa.Come ti permetti a chiedere le chiavi di Palazzo Chigi e comandare gli italiani??!!).Negli Stati Uniti  si è sparsa la voce  che Luigino  non abbia  neppure  terminato  gli studi né abbia mai  lavorato in vita sua.Non che in America si interroghino  più di tanto  sul curriculum del “miracolato  di Pomigliano  D’Arco.Siccome ci è volato lui a Washington e mai richiesto o invitato da nessun americano che conti”,per provare ad accreditarsi  con la Casa Bianca,”qualcuno si è chiesto  chi fosse  mai questo impomatato giovanotto giovin signore !! Candidato Premier di un Movimento  Politico  fondato  da un Comico datato, digiuno di politica nazionale che estera , poca cultura e tanto vaffanculismo e mossettine da saltimbanco.

CE DA CHIEDERSI CHE IMPRESSIONE  ABBIA FATTO  QUESTO GENERE DI POLITICO  ITALIANO  .UN FUORI CORSO DISOCCUPATO,GIA’ STEWARD ALLO STADIO.SCRIVE CHE E’ PUBBLICISTA GIORNALISTA.INTENZIONATO  A SPIEGARE  LORO  COME GOVERNARE L’ITALIA PER FARNE UNA NAZIONE GRILLINA !!!???

UNA DOMANDA AL SIGNOR PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA.

AL SIGNOR PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA MATTARELLA.

Il Presidente del Senato Grasso e la Presidenta della Camera Boldrini. Dovrebbero  essere super partes  di tutto ciò che  fa parte dei vari partiti,in special modo quelli di Sinistra e della politica attiva  di scambi di casacche ed’altro.Non essendo materia istituzionale delle due camere.eppure da vari mesi si sono messi a far “politica attiva” ,dandosi  molto da “fare”  per inserirsi  nei nuovi soggetti di nuovi partiti politici della Sinistra,per “accattarsi”una nuova poltrona,per le  nuove  elezioni politiche del 2018.

Signor Presidente quello che stanno facendo  questi due soggetti istituzionali. E’ cosa giusta e buona  o irriguardoso  per il Popolo Sovrano ??!!

 

VOGLIAMO SAPERE LA (VERA)VERITA’ DELLA MORTE DI DAVIDE ROSSI.

 Ultime notizie:La procura di Siena ha aperto ben 2 fascicoli  in merito alle recenti notizie  apparse  sui giornali e Tv  sulla morte di David Rossi  ,il Capo Comunicazioni di Banca Mps ” dicono “PRECIPITATO  la sera del  6 Marzo  del 2013 dalla finestra del suo ufficio che dava su un vicoletto a Rocca Salimbeni.La Procura ha già archiviato per ben 2 volte  il “Caso come Suicidio !!!”.La famiglia si è GIUSTAMENTE e CAPARBIAMENTE  sempre OPPOSTA  sostenendo che David  sia stato UCCISO.

L’avvocato della famiglia  avrebbe ricevuto  le CONFIDENZE  di un MISTERIOSO TESTIMONE (tenetelo celato senno  anche questo lo fanno “volare” da qualche finestra..),  che gli avrebbe raccontato  di aver avuto  un appuntamento con  il morto ammazzato  il giorno steso  del suo “VOLO” dalla finestra,Ma che arrivato  con 2 ore di ritardo (!!!???),avrebbe trovato  Rossi  già deceduto  nel vicoletto poco frequentato .

“E LI DISSE DI  ESSERE  STATO AGGREDITO E MALMENATO DA 4 SCONOSCIUTI” !!??

 UNA MADRE,UNA MOGLIE,UNA FIGLIA E TUTTI GLI ITALIANI:VOGLIONO SAPERE COME MAI QUESTA PERSONA E’ VOLATA DALLA FINESTRA ANDANDO A FINIRE A TERRA IN UN VICOLO ….. !!!??? A QUESTO MORTO (FORSE AMMAZZATO) LE DOBBIAMO DARE DIGNITA’ E RISPETTO.

 

CHI SA  PARLI…… E’ UN PESO TROPPO GRANDE  PER RIMANERE DENTRO DI VOI. DATE DIGNITA’ A QUESTO POVERO MORTO E ALLA SUA FAMIGLIA,DICENDO LA (VERA) VERITA’ DEI FATTI.

LA GRANDISSIMA CAROGNATA DI TUTTA LA SINISTRA.Di tutti Palazzi del Potere fino al Colle passando anche al Cuppolone.

Questa è l’ultima grande carognata di tutta la SINISTRA che si ricompatteranno soltanto  se passera questa legge “pro”  tutti gli immigrati.La legge è già passata  al Parlamento ,ora la fanno passare al Senato  con la “fiducia”  del governo Gentiloni  e la firma  del Capo dello Stato Mattarella per la IUS SOLI.

Ci hanno venduti per trenta denari e una manciata in più di voti  che riceveranno da tutti gli AFRICANI ITALIANIZZATI  senza sapere nulla della nostra storia italiana,Della nostra cultura , delle nostre tradizioni  diventeranno a tutti gli effetti  ITALIANI.Con grandissima soddisfazione  di Papa Francesco.

ORMAI SIAMO ENTRATI IN UNA DITTATURA  COMUNISTA .Li dovremo adottare tutti quanti  con soldi  nostri e non dei politici di SINISTRA e del M5S.Grazie ai nostri governi di SINISTRA.

OGGI HO LETTO UNA LETTERA CHE MI HA FATTO RABBRIVIDIRE DI QUESTO ORRENDO CRIMINE.RAGAZZI FUCILATI,FUORI DA UN CIMITERO ,ALTRI DUE FERITI PRESI A BASTONATE A BUTTATI ANCORA VIVI DENTRO AL LAGO D’ISEO DA PARTIGIANI COMUNISTI!!!

L'immagine può contenere: 1 persona, occhiali, sMS e primo piano

Rapiti dai PARTIGIANI dall’Ospedale  e gettati VIVI  nel Lago d’Iseo.Due giovanissimi Legionari  della Tagliamento  della “Rsi”,EMILIO LE PERA , 22 anni,di Catanzaro e di  FRANCESCO  DE VECCHI,19 anni ,di Alessandria,in uno scontro armato  con i partigiani,rimasero  FERITI e ricoverati all’Ospedale di LOVERE .I PARTIGIANI GARIBALDINI erano intanto arrivati al paese  e i superstiti della “Gnr”  si ARRESERO a loro ,il 30 Aprile ,per loro non ci fu pietà alcuna.Vennero tutti FUCILATI  all’esterno del Cimitero .Altri partigiani ogni giorno  entravano in  ospedale  a INSULTARE e MINACCIARE  i due giovani feriti Emilio e Francesco. La sera del 7 Giugno  4  “inumani” partigiani  armati fino ai denti,entrarono in ospedale ,”tagliarono i fili del telefono”  e prelevarono con la forza i due feriti.Ai famigliari  e presenti che cercavano  di fermarli dissero che i due avrebbero  dovuto “essere processati”.Invece li portarono “come agnelli al macello” in riva al lago d’Iseo e li COLPIRONO a BASTONATE. Poi  ANCORA VIVI E MORIBONDI ,LI GETTARONO DENTRO AL LAGO.Il giorno dopo una madre e una sorella  dei due poveri  sfortunati ragazzi cercarono disperatamente loro notizie. Ma nessuno con conosceva il fatto(forse per paura di essere a loro volta ammazzati).Si trovò soltanto stracce di sangue sul pontile ,il Lago d’Iseo  non restituì mai  i loro giovanissimi corpi.

PER I VINTI AMMAZZATI CON FEROCIA  NON CI SONO STATI MAI LAPIDI  CHE LI RICORDANO

Risultati immagini per I VINTI NON HANNO GLORIA

 

O’ VICERE’ GRILLINO PARTENOPEO………

Mi riesce molto incomprensibile la FIDUCIA  dei  grillini  per il borioso e arrogante   “O’ Vicerè Di Maio”.

Indiscusso Pupillo di Re Beppe. Il cui ATTIVO consiste  nel “NON SAPERE FARE NULLA” (ne arte, ne parte.Senza  la più minima  esperienza lavorativa e  scarsissima  cultura generale dell’uomo della strada  ) ,all’infuori di fare il Pulcinella  della politichetta ciarliera e inconcludente di sempre …. ,propinando ad ascoltatori  creduloni lezioni di  sana politica grillina e soprattutto di tanta e sana “pseudonestà”. L’ITALIA dovrebbe RISOLLEVARSI  tramite giovanotti  affabulatori incompetenti di tutto ,”esperti del nulla”.Sostenuti  dalle FARSESCHE RISATINE E MOVINE CON   ESTERNAZIONI  VAFFANCULESCHE di uno sbiadito e datato  ex Comico & nuovo guitto politico di gonzi che lo acclamano  come il “nuovo Messia mandato dall’alto dei cieli…”(a dare il colpo di grazia  alla tempia degli italiani).

*IUS SOLI – IUS SOLI – IUS SOLI*

Ci vorrebbero cancellare e rimpiazzarci con i Nord e Sud Africani e quelli dell’Est… !!!

LO “IUS SOLI” LO VOGLIONO:

IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA

 

 

 

 

 

 

 

 

IL PRESIDENTE GRASSO E LA PRESIDENTA BOLDRINI (I DUE MOSTRI PSEUDO-POLITICI INVENTATI  E PIAZZATI ALLE CAMERE DA BERSANI , VENDOLA E NAPOLITANO) TUTTI I POLITICI DELLA SINISTRA  (SOTTO SOTTO COMPRESI ANCHE) IL M5S.COMPRESO PAPA FRANCESCO  CHE PREDICA BENE MA RAZZOLA MALE STANDO TRANQUILLO DIETRO ALLE POSSENTI E ALTE MURA LEONINE.

DOVE GLI AFRICANI  CI SONO ENTRATI SOLTANTO SECOLI FA A UCCIDERE,STUPRARE,RUBANDO TUTTO E FARE SCHIAVI/VE IL POPOLO  DI ROMA  ,ALL’INFUORI  LA CURIA E IL PAPA. (E TE PAREVA CHE LORO NUN SE SARVAVENO ER COLLO ER ‹C…› E LI SORDI!!!……)

CONTRARIO  QUASI TUTTO IL POPOLO SOVRANO ITALIANO E I PARTITI DEL  CENTRODESTRA

 

PERCHE’ I CONTRIBUENTI ITALIANI DEVONO SORBIRSI QUESTE 3 RUBRICHE DI QUEL CARROZZONE DI SPERPERI DI MAMMA RAI.RUBRICHE TUTTE IMPERNIATE A FAVORE DELLA SINISTRA ,ORA ANCHE DEL M.5 S. ,FRATELLASTRI DELLE SINISTRE.PERCHE’ QUESTO ??!! LA RAI AZIENDA DI STATO NON DOVREBBE ESSERE PARTIGIANA DI NESSUN PARTITO !!! O FORSE STIAMO IN UNA DEMOCRAZIA LOFFIA ,PASSATA ALLA DITTATURA ROSSA ??!!

(PRIMA SUL 3° ORA SUL 1°)RAI 1- RUBRICA “CHE TEMPO CHE FA” CONDOTTA DA FABIO FAZIO (EX  IMITATORE CHE NON VOLEVA VEDERE E SENTIRE PIU’ NESSUNO.PERTANTO RITIRATOSI A VITA PRIVATA .

RIPESCATO E  INGLOBATO NEI VIP  DELLA BANDIERA ROSSA .COME “GRANDE INTELLETTUALE”.PORTANDO ANCHE QUESTE OSCENITA’  E BATTUTE DA CASERMA DELLA LITTIZZETTO SUL PICCOLO SCHERMO,PER FAR RIDERE SOLTANTO  I LORO COMPAGNI GONZI E SPARLARE DEI PARTITI NON COMUNISTI E NON DEL M5S) 

RAI 3 RUBRICA “1/2 ORA” CONDOTTA DA LUCIANA ANNUNZIATA. ( I POLITICI DI SINISTRA E ORA ANCHE QUELLI DEL M5S,LE INCENSA.QUELLI DEL CENTRODESTRA   LI CRITICA CERCANDO DI FARLE FARE BRUTTE FIGURE)

IDEM PER LA RUBRICA AGORA’ CONDOTTA DA SERENA BORTONE.

ALLIEVA PREDILETTA  DEL SUO INSEGNANTE  GERARDO  CHE SI E’ FATTO UNA BELLA POSIZIONE IN RAI SPARLANDO  CONTRO TUTTO  IL CENTRO DESTRA.

PER NON DIMENTICARE MAI I NOSTRI EROI MASSACRATI.

“ATTENTATO A NASIRIYA :

12 NOVEMBRE 2003 – 2017

PER NON DIMENTICARE MAI”

14520594_885658074911974_1636766735710361550_n

STRAGE DI NĀṢIRIYA
STATO Iraq Iraq
LUOGO Nāṣiriya, Iraq
OBIETTIVO Militari italiani
DATA 12 novembre 2003
10:40 (ora irachena)
TIPO attentato suicida
MORTI 28
RESPONSABILI Militanti di al-Qāʿida

Il 12 Novembre203 avviene il primo grave attentato di Nāṣiriya. Alle ore 10:40 ora locale (UTC +03:00), le 08:40 in ITALIA  un camion cisterna pieno di ESPLOSIVO  scoppiò davanti la base MSU (Multinational Specialized Unit) italiana dei CARABINIERI  provocando l’esplosione del deposito munizioni della base e la morte di diverse persone tra Carabinieri, militari e civili. Il carabiniere Andrea Filippa, di guardia all’ingresso della base “Maestrale”, riesce ad uccidere i due attentatori suicidi, tant’è che il camion non esplode all’interno della caserma ma sul cancello di entrata, evitando così una strage di più ampie proporzioni. I primi soccorsi furono prestati dai Carabinieri stessi, dalla nuova polizia irachena e dai civili del luogo. Nell’esplosione rimase coinvolta anche la troupe del regista Stefano Rolla che si trovava sul luogo per girare uno sceneggiato sulla ricostruzione a Nāṣsiriya da parte dei soldati italiani, nonché i militari dell’esercito italiano di scorta alla troupe che si erano fermati lì per una sosta logistica.Il Comando dell’Italian Joint Task Force (IJTF) si trovava a 7 chilometri da Nāṣsiriya, in una base denominata “White Horse”, distante circa 4 chilometri dal Comando USA di Tallil. Il Reggimento MSU/IRAQ, composto da personale dei Carabinieri Italiani e dalla Polizia Militare Romena (a cui poi si aggiungeranno, a fine Novembre 2003 120 uomini della Guardia Nazionale Portoghese), era diviso su due postazioni: la base “Maestrale” e la “Libeccio”, entrambe poste al centro dell’abitato di Nāṣiriya. Presso la base “Maestrale” (nota anche con il termine “Animal House”), che durante il regime di Saddam Hussein era sede della Camera di Commercio, era acquartierata l’Unità di Manovra. Presso la “Libeccio” avevano sede sia il Battaglione MSU, sia il Comando del Reggimento MSU/IRAQ. L’attentato avvenne alle ore 10,40 del 12 novembre 2003 alla base “Maestrale”. L’altra sede, “Libeccio”, distante poche centinaia di metri dalla prima, venne danneggiata anch’essa dall’esplosione. Era infatti intendimento dei Carabinieri, contrariamente alla scelta dell’Esercito di stabilirsi lontano per avere una maggiore cornice di sicurezza, posizionarsi nell’bbitato per un maggior contatto con la popolazione. Due mesi dopo l’attentato, il Reggimento CC lasciò definitivamente anche la Base “Libeccio”, trasferendosi alla base di “Camp Mittica” nell’ex aeroporto di Tallil, a 7 km da Nāṣiriya.

 

L’attentato provoca 28 morti, 19 italiani e 9 iracheni. Gli italiani sono:

  •  CARABINIERI
    • Massimiliano Bruno, maresciallo aiutante, Medaglia d’Oro di Benemerito della cultura e dell’arte
    • Giovanni Cavallaro, sottotenente
    • Giuseppe Coletta, brigadiere
    • Andrea Filippa, appuntato Enzo Fregosi,
    •  maresciallo luogotenente
    • Daniele Ghione, maresciallo capo
    • HoracioMajorana, appuntato
    • Ivan Ghitti, brigadiere
    • Domenico Intravaia, vice brigadiere
    • Filippo Merlino, sottotenente
    • Alfio Ragazzi, maresciallo aiutante, Medaglia d’Oro di Benemerito della cultura e dell’arte
    • Alfonso Trincone, Maresciallo aiutante
  • MILITARI DEL’ESERCITO
    • Massimo Ficuciello, capitano
    • Silvio Olla, maresciallo capo
    • Alessandro Carrisi, primo caporal maggiore
    • Emanuele Ferraro, caporal maggiore capo scelto
    • Pietro Petrucci, caporal maggiore
  • CIVILI
    • Marco Beci, cooperatore internazionale Stefano Rolla, regista

Nell’azione sono rimasti feriti anche 19 carabinieri e Aureliano amidei, aiuto regista di Stefano Rolla.

In tutto i feriti nell’azione terroristica sono stati 58.

Il Presidente Ciampi rende omaggio alle vittime al Vittoriano

I caduti delle Forze Armate Italiane appartenevano a vari reparti dell’Arma dei Carabinieri Territoriale,al 13 Reggimento Carabinieri di Goriziaed al 7º Reggimento Carabinieri “Trentino-Alto Adige” di Laives, al reggimento lagunari, alla Brigata Folgore, al 66º Reggimento fanteria aeromobile “Trieste”, al Reggimento Savoia Cavalleria, al Reggimento Trasimeno. Sono morti anche alcuni appartenenti alla Brigata Sassari che stavano scortando la troupe cinematografica di Stefano Rolla e 3 militari del 6º Reggimento Trasporti della Brigata Logistica di Proiezione, che stavano scortando il cooperatore internazionale Marco Beci.

Un momento dei funerali di Stato dei caduti a Nāsiriya, 18 novembre 2003

altare_della_patria

La camera ardente per tutti gli italiani morti venne allestita nel Sacrario delle Bandiere del Vittoriano, dove fu oggetto di un lungo pellegrinaggio di cittadini.(Ho vegliano i nostri eroi con  la mia Squadra  per 24 ore, da quando sono arrivati dall’aeroporto fino alla mattina successiva quando sono stati portati alla Basilica di San Paolo‹GS/40› I funerali di Stato si svolsero il 18 novembre 2003nella basilica di San Paolo fuori le mura, a Roma, officiati dal cardinale Camillo Ruini, alla presenza delle più alte autorità dello Stato, e con vasta (circa 50.000 persone) e commossa partecipazione popolarele salme giunsero nella basilica scortati da 40 corazzieri a cavallo. Per quel giorno fu proclamato il lutto nazionale.

LE INCHIESTE

Due sono le inchieste aperte su questi fatti. Una avviata dalle autorità militari vuole scoprire se è stato fatto tutto il necessario per prevenire gli attacchi. Le due forze armate coinvolte sono giunte a conclusioni diverse. L’Esercito ha chiesto una consulenza al generale Antonio Quintana, secondo il quale sistemare la base al centro della città e senza un percorso obbligato a zig-zag per entrare all’interno di essa è stato un errore. Mentre per la commissione nominata dall’Arma dei Carabinieri e guidata dal generale Virgilio Chirieleison non ci sono state omissioni nell’organizzazione della sicurezza della base. Lo stesso Abū ʿOmar al-Kurdī, terrorista di al-Qāʿida, reo confesso dell’organizzazione dell’attentato, ha affermato che era stata scelta la “Base Maestrale” in quanto si trovava lungo una strada principale che non poteva essere chiusa.

L’altra inchiesta è stata aperta dalla procura di Roma per cercare di individuare gli autori del gesto. Il suo lavoro non è facile dato che deve lavorare su un territorio straniero in cui le condizioni non sono stabili. L’unica cosa stabilita con certezza è che a scoppiare è stato un camion cisterna con 150–300 kg di tritolo mescolato a liquido infiammabile. I comandanti militari italiani inizialmente coinvolti nell’inchiesta sono stati tutti assolti con formula piena.Si sospetta che Abū Musʿab al-Zarqāwī sia stato il mandante degli attentati, appoggiato dagli estremistisunniti, mentre per la parte finanziaria si pensa ad un professore di teologia che lavora all’ateneo diBaghdad. Un’altra ipotesi porta verso il coinvolgimento di una cellula terroristica libanesemolto vicina agli ambienti dial-Qāʿida, infatti le modalità dell’attacco ricordano altri attentati accaduti in Libano ed, inoltre, alcuni terroristi arrestati a Beirut avrebbero raccontato diversi particolari della strage di Nāṣiriya. Entrambe le piste portano, comunque, ad un coinvolgimento di persone venute da fuori della provincia di Dhī Qar a prevalenzasciita e questo confermerebbe quanto affermato dai vertici della base “Maestrale”, cioè che non c’erano motivi particolari di preoccupazione in quanto la popolazione locale non era ostile verso i militari italiani e gli estremisti locali venivano monitorati con attenzione.

LE DUE FINALISTE DEL BALLOTTAGGIO A PRESIDENTE DEL X MUNICIPIO DI OSTIA (VOTATE COL VOSTRO CERVELLO ,NON NE FATE TUTT’ERBA UN FASCIO.PER NON CADERE DALLA PADELLA DELLA SINISTRA ,ALLA BRACE GRILLINA..

Ballottaggio Ostia, CasaPound ago della bilancia (Prima della testata,ma non fate sempre tutt’erba un fascio e chi ha seminato vento forse raccoglierà soltanto tempesta.A proposito di tempesta.Forse (dico forse )i Grillini vogliono mettere in quei chilometri del lungomare di fronte agli stabilimenti balneari,fino all’ultimo : POSTEGGI a PAGAMENTO,per  ROMANI  e la POPOLAZIONE di OSTIA che si  ANDRA’ a FARSI  il  BAGNO con la propria famiglia.)
Indecisi, astenuti, votanti di destra e di sinistra. Monica Picca e Giuliana Di Pillole due candidate approdate al ballottaggio per le elezioni di Ostia, hanno iniziato la caccia all’ultimo voto. La sfida del prossimo 19 novembre appare più che mai aperta. E se il Movimento Cinque Stelle parte in vantaggio, nel centrodestra c’è il desiderio di completare l’impresa e di sovvertire definitivamente il pronostico. Le variabili in campo sono tante. “

 

Giuliana Di Pillo (M5S)
Nata il 5 Aprile 1962, da sempre residente ad Ostia, coniugata.
Cresciuta sui campi da pallacanestro del Municipio, ha svolto attività agonistica come cestista
per molti anni e nello stesso tempo si è interessata all’attività motoria dei bambini, diventando
istruttrice nazionale minibasket .
Ha conseguito il diploma di Educazione Fisica presso L’Isef di Roma , successivamente la
Specializzazione Polivalente per il Sostegno e la laurea in Scienze dell’Educazione.
Ha approfondito i suoi studi partecipando a diversi corsi di formazione e perfezionamento su
temi riguardanti l’educazione speciale e la didattica differenziata.
Dal 1993 lavora come insegnante di sostegno nella scuola media, dal 2000 a tutt’oggi presso
l’Istituto Fanelli Marini di Ostia Antica.
Ha fatto parte del consiglio direttivo del Comitato Cittadino Parco della Vittoria- Silvio Messina
e del Co. C.I.D. (Coordinamento Cittadino per l’Integrazione del Disabile).
E’ stata uno dei fondatori dell’Associazione Ostia che Cammina, di cui ha ricoperto la carica di
Presidente sino al 2012.
Nel 2007, a seguito dell’ interesse nei confronti dei temi portati avanti da Beppe Grillo nel suo
blog si è iscritta al meet-up locale e ha partecipato all’organizzazione del primo V-Day.
Nel 2008 si è candidata alle elezioni Amministrative Municipali con la Lista Civica Amici di
Beppe Grillo.
Ha continuato la sua attività con il Movimento 5 Stelle, nato nel 2009 dall’evoluzione
spontanea dei vari gruppi degli Amici di Beppe Grillo locali fino ad essere candidata al Senato
alle elezioni nazionali di Febbraio 2013 per il collegio Lazio.

 

Monica Picca (Fratelli d’Italia)

Monica Picca è la candidata del centrodestra del X Municipio. L’accordo è stato raggiunto dopo una riunione fiume tra i vertici romani di Forza Italia e quelli di Fratelli d’Italia. Dopo giorni di estenuanti trattative e di tira e molla con le resistenze degli azzurri che volevano Mariacristina Masi in corsa per la presidenza del X Municipio alle elezioni del prossimo 5 novembre, alla fine l’ha spuntata la rappresentante del partito di Giorgia Meloni. Monica Picca, insegnante in una scuola superiore di Fiumicino, sarà a capo di una coalizione che oltre a Forza Italia sarà costituita da “Noi con Salvini” e da una lista civica. Ecco come si presenta sul sito di Fratelli d’Italia. Monica Picca, nata a Roma il 4 maggio 1971, il mio impegno politico comincia con il pdl sempre con Giorgia Meloni, nel ruolo istituzionale di Presidente commissione cultura, servizi sociali, personale e pari opportunità al X municipio. Laureata in lettere, insegnante di lettere dal 1996. La politica e la mia professione sono essenzialmente una grande missione. Portare avanti un progetto politico in cui si crede è fondamentale per poter poi incidere sia a livello territoriale, come è accaduto dal 2008, che a livello comunale nel cercare di risolvere le problematiche come ad esempio il decoro urbano. Dopodiché con la delega alla scuola con Fratelli d’Italia ho lottato per incidere a livello comunale cercando di fare luce sul degrado degli uffici scolastici, sul problema del precariato e degli asili.

 

 

 

Prima c’era la maestrina con la penna rossa:ORA CI SONO I “MAESTRINI ROSSI…”

Compagni:Un po di RITEGNO e di RISPETTO per gli STESSI  ITALIANI (Voi di che razza e nazionalità siete?!) Ma come  SI PERMETTE con ARROGANZA il PD di Via del Nazzareno dell’Ex Condominio Comunista di Via delle Botteghe Oscure in Roma.Di FARE LEZIONE ,OVVIAMENTE DI PARETE,NELLE SCUOLE ITALIANE,”SU  CITTADINANZA & ISLAM”? Come minimo dovrebbero  essere INTERPELLATI i GENITORI i quali,come avviene per l’INSEGNAMENTO delle RELIGIONE ,si RISERVEREBBERO poi  di DECIDERE  se AUTORIZZARE i FIGLI  a PARTECIPARE.Questi PD della DITTATURA ARROGANTE ROSSA che dal tantissimi anni  COMANDA L’ITALIA METTENDO AVANTI lo  SPAURACCHIO del  FASCIO,MORTO e SEPOLTO  dal  43 .QUANDO i  COMUNISTI  hanno ATTACCATO a TESTA in  GIU’ BENITO,CLARETTA  e GLI ALTRI……COME FOSSERO AGNELLI SACRIFICALI. La devono SMETTERE  di ERGERSI  a “MAESTRINI” della SOCIETA’  PRETENDENDO di ESSERE  gli UNICI  DEPOSITARI  della VERITA’ nel mondo.  “Le sole MATERIE che sono  MAESTRI  sono: ARROGANZA, AUTORIETARITA’, BORIOSITA’, PROTERVIA, DISPODICITA’, INSOLENZA,  IPOCRISIA, SFRONTATEZZA,  TRACOTANZA,  VIOLENZA.  E SOSTITUZIONE  ETNICA  IN ITALIA:DENTRO GLI AFRICANI FUORI GLI ITALIANI”.  Pertanto : State alla larga dalle nostre scuole,per non  imbrattarle  della Vostra merdaccia di menzogne,fatelo con i VOSTRI figli e NON con i NOSTRI.-