Metteo IV & Matteo I .-

RENZI DUE Matteo IV e Matteo I.C’era  una copia  di cantanti  chissà operchè ,Franco IV e Franco I,e tutti achiedersi  dov’erano finiti: Cantavano “HO scritto  t’amo sulla sabia” (come le scritte  di Renzi e il suo testone sotto la sabbia).Ora invece  una ragione 1526486_10152121196747179_1626948547_n della numerazione c’è: Matteo I perché  capeggia  sia al Nazareno che a Palazzo Chigi , benché in seria difficoltà ,governo e sondaggi, ma non è colpa nostra  se si e circondato da belle nullità   che le lu8cidano le scarpe ogni mattina..imagesU9M7Y3HJ ,e Matteo IV perché  è entrato  in quarta posizione  nel gruppo in testa  dei leader,a ridosso di Beppe e di Silvio ( quasi vicino a  Salvini & Carroccio).Che roba è questo Matteo Salvini ? Somigliava un po’ ,per età, motilità, spregiudicatezza  ed efficacia  mediatica ;Un Matteo  in versione  rustico-sportiva  come rimedio  omeopatico  al primo Matteo( er carognone …)  in camicia bianca pelle d’uovo…Per me che vivo a Roma, è duro pensare  che Salvini  possa rappresentare la Destra, come la credo io, l’Italia  intera  e la nostra civiltà ,anche se è un ottimo ragazzone ed ha tutto il mio rispetto e simpatia.. Sono troppo freschi i ricordi “Verdi, di Padania. Le corse di secessione, le inventive contro Roma, il Sud e l’Italia. (Li conoscevo  tutti di persona  quelli della prima ora, molte sere d’estate ci vedevamo per un gelato e due chiacchiere  vicino al Bar di Piazza della Maddalena ,mi incazzavo quando Bossi tra una sigaretta tira l’altra ,gridava Roma ladrona, io le rispondevo che il tempo mi avrebbe dato ragione che anche lui  si sarebbe acquietato dal benessere …. All’ora erano tutti terroni e verginelli, ma poi  assaggiata la cucina romana e altre cosine si ammorbidirono subito ,seguendo gli altri politici goderecci…) Ritornando al ragazzo Salvini , è duttile e intelligente ,molto sveglio, pronto anche a cambiar casacca se serve a prender voti. Salvini piace anche fuori dalla Lega .Il suo “capolavoro”  sarebbe se riuscisse  a far confluire  la Lega  in una “LEGA ITALIANA”, senza scioglierla ,ma come la componente  nordica  di una Confederazione  Nazionale, che rappresenta  gli interessi  e le istanze  settentrionali  nel quadro  di uno Stato Nazionale  e Sovrano. Abbiamo bisogno  di una PATRIA . Ma non  di una matrigna sciagurata chiamata Regione.