Da NOI le tracce di Jihadisti ci sono ,eccome…

esdae  Non è tanto per quel Prete mancato di Gentiloni a prenderci per coglioni .Alfano ,il Giuda dell’ex  Centrodestra assoggettato al Nazareno fino al cervello. “Quello che di terroristi  ci dice che  tra gli immigrati fino a questo momento  non ci sono tracce”. Si perché il terrorista si presenta  alle forze dell’ordine dicendo: ” Salve, mi presento: “Sono Abdulla Mustafà, un  terrorista Jihadista, lietissimo di conoscervi” .Ma va ? Ragioniamo ;dopo i fatti  di Parigi ,nel giro di qualche ora Alfano  Superman  ti va a scovare  decine di terroristi  Jihadisti  da medi  se non da anni residenti in Italia.Ne consegue  che essendo  andati  a colpo sicuro  di “tracce”,  anche e soprattutto  prima della mattanza ,ce n’erano  eccome . Ma il Viminale  non vi diede peso, il Viminale  si guardò bene  ,in nome del dialogo  multietnico  e multireligioso ??!! ,di fare  una bella retata preventiva  dei “tracciati” .Aspettò  il bagno di sangue. Bene,  con questi criteri  di giudizio  con il rilievo  che nell’alto  loco si dà  alle “tracce”. Come è possibile  prestar fede  ad Alfano quando afferma  che fra  i duecento-trecentomila  clandestini  sbarcati  negli ultimissimi  tempi  e nelle altre centinaia di migliaia già belli  che stanziati ,oppure quei circa duecentomila “spariti” dal Centri  sotto gli occhi  delle forze dell’ordine e dell’Esercito .Come per dire :”andate dove cazzo vi pare…” .Siamo a questo punto con gli Jihadisti sotto le nostre finestre e dentro i nostri androni di casa e lui il Grande Ministro degli Interni dice che “ancora non ci sono le tracce di macellai Jihadisti… in circolazione in  Italia”..

Lo sapremo soltanto quando  nell’aprire qualche  cassonetto dell’immondizia , ci troveremo delle teste italiane mozzate…aaaaaimagesIOTPTRLG.jpgeettimagesW7QQ4E5X