“Ali” Poesia di Giulia Romaniello

ALI

Ali ancorate alle spalle
sgretolate contro vento,
ad una ad una piume volano
come corrose dal velato tempo.
Non pesano, non tremano,
restano impigliate nelle braccia mature
del nostro mandorlo trattenute
sempre li curvo e ingombrante
ma di canterine vite presente.
Toccano le dita leggere
tamburellano
dove una cicatrice di sole puoi vedere,
scendono decise
dove ali vergini ricompaiono
come dalla terra
dove nella ciclica stagione
rinasce il frutto
colla sua esauribile ragione.
Ora piume color rubino
riappaiono ramificate
dai riflessi argentate,
ognuna collisa all’altra
da parole incatenate.
Giulia Romaniello

foto di Giulia Romaniello.