Francesco evoca…….

EERT2Francesco evoca i PONTI  (E NON I MURI). Ma anche quelli……Non è una buonissima idea presentarsi  davanti ai giornalisti  di tutto il mondo ,dopo una lunga e estenuante giornata  faticosa e in un bagno festante di folla…”NON SI HA IL TEMPO DI RIFLETTERE” ( E LUI MOLTE VOLTE QUANDO PARLA  NON RIFLETTE MAI ….) Comunque sfidando la SCOMUNICA  ( quella che il vero Dio buono e misericordioso non da mai anche al più infido  uomo sulla terra,ma la da soltanto la persona  che non ha più argomentazioni da porre e contrapporre).

Comunque sfidando la scomunica  confesso  che i MURI  ne ha a cuore qualcuno.Quello ad esempio ,voluto  nell’850  da un Papa  cristianissimo ,addirittura santo:LEONE IV

th (10)Tirato su a difesa ,intorno al Colle del Vaticano .Sapete come ? Facendo lavorare  a suon di frustate ,ciò mi rende quel manufatto ancora più caro,gli stessi  mussulmani  che due anni prima  vi  irruppero  facendo SACCO  a conforto ,ben inteso, di un futuro migliore.mura leonine (1)WALLS103

mura leonineth (6)

Altro MURO a me caro sono le MURA  di Vienna .Una incisione del 1683  ce le mostra,

mirabili e grandiose  com’erano  poco prima che  Karenth (3) Mustafà vi si facesse  sotto alla  testa di ben 180mila “migranti armati  e assatanati” (questa è storia, non leggenda o mia invenzione).

Al fine così si legge  nel messaggio  “gentilmente” inviato da Maometto IV a Leopoldo d’Asburgo ,di:

«CALPESTARE  SENZA NESSUNA PIETRA’  E MISERICORDIA  IL TUO PICCOLO PAESE  SOTTO GLI ZOCCOLI  DEI MIEI CAVALLI»

Come è felicemente noto , GRAZIE A QUELLE  MURA LA CRISTIANITA’ FU SALVA , LE DONNE NON FURONO STUPRATE E GLI UOMINI NON DECAPITATI.. (PER LO SCORNO ,MUSTAFA’  SI ACCOPPO’).Per non far torto a nessuno ci metto anche un “PONTE” che piace tanto a Papa Francesco.Il “PASSETTO  di BORGO che collega il Vaticano con la Fortezza di Castel Sant’Angelo (“Er Corridore” per il Belli).Un “corridoio di fuga” per andare dentro la fortezza a ripararsi.Un “Ponte quindi di bergoglianamente  di accesso,di misericordiosa accoglienza, ma di fuga. 8599579211_dfbcc22a0c_zcache-cache_194d8721736f745d388d69d112de08bc_dbc605789af0c5448ccc305ce5ebadf0Eppure , nonostante ciò  Clemente VII  gli dovette la vita  quando gliLandsknechte “EXTRACOMUNITARI” di Carlo V nel 1527,  misero ferro e fuoco e sangue,stuprando tutte le donne dalle bambine alle anziane .

sacco di Roma

“UNA ROMA NON ANCORA EDUCATA ALL’ACCOGLIENZA…..COME ORA” .

*Ma che può succedere ancora,come  i “sacchi” di Roma avvenuti in vari secoli , da stranieri di passaggio…..*