*Con la condanna di Orban* “Falliscono per sempre i TECNOGRADI di Bruxelles” (CARI PAPERONI &PAPAVERI DEL NORD EUROPA.CON LE PROSSIME ELEZIONI EUROPEE .IL PARLAMENTO EUROPEO RINNOVERA’ DI MOLTO PERSONALITA’ E CERVELLI E ALL’ORA L’UROPA SARA’ FINALMENTE VICINO AI POPOLI E NON AL COMANDO DI BOTTEGAI,BANCHIERI E FACCENDIERI.CAMBIARA’ MENTALITA’ IN UNA EUROPA VERAMENTE UNITA E PIU’ UMANA E CONSAPEVOLE. ….)

Che gravissimo errore ha fatto Bruxelles a dar voce a quella Signora Comunista Olandese .Alle prosime Elezioni Europee :Populisti,Sovranisti  e non Voteranno  moltissimi a far valere i diritti dei loro Paesi ,senza recepire  tutte quelle direttive  soltanto per qualche Paese membro che sforna Bruxelle.  Finalmente non sarà più un Unione Europea.

« Ma UN EUROPA UNITA DI IDEE CONDIVISE E DI POPOLO  COESO . NON PIU’ DI TECNOCRATI ARROGANTI , DISPETTOSI E POLITICAMENTE INVIDIOSI. SENZA PROFESSIONALITA’ POLITICA E SOPRATTUTTO SENZA UN ANIMA EUROPEA.DOVE NON CI SARANNO PIU’ PADRONI  E SOTTOPOSTI .MA STATI  TUTTI UGUALI  PER DECIDERE IL BENE DEI POPOLI AFFILIATI.NON  CI SARANNO PIU’ SULLO SCANNO PIU’ ALTO DEL PARLAMENTO EUROPEO NE I COSI’ DETTI  MACRON FRANCESI , NE LE COSIDETTE MERKEL TEDESCHE ».

Hanno accusato il Presidente Orban di “Razzismo“!! e di aver “eretto murinon in linea col progetto occulto di “invasione silenziosa“.Eppure Orban ,un Leader Democratico .Eletto  con il consenso  del Popolo ,che ha difeso la SOVRANITA’  e i CONFINI dell’UNGHERIA.LA STORIA  INSEGNA CHE I  MURI  IGNOBILI  SONO QUELLI  CHE IMPEDISCONO DI USCIRE IN UNA NAZIONE  E NON DI ENTRARE,PRESERVANDO  L’IDENTITA’  DI UN “PAESE  SOVRANO“.

Con questa infammia a un Paese Sovrano ,se pur facente parte dell’Unione Europea.Fallisce  la Stessa Unione e cresce  l’onda altisima e irrefrenabile   “Populista” e “Sovranista” di un Popolo  che si vuole sentire libero. Almeno dentro i propri confini Storici & Culturali.-

Precedente Essere Sovranisti o Pupulisti non è un reato, ma è essere un Patriota del proprio Paese a difesa del proprio territorio e la propria storia e cultura. Successivo Come sempre un assordante silenzio e poche esternazioni....